Il Condominio

I giovedì di MaiPiùSoli.net: così l’amministratore evita la truffa agli anziani

di Glauco Bisso

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

La truffa all'anziano nella sua casa lo rivela debole, ne accentua l'insicurezza, ne viola la persona, tanto da causare la depressione.
La sicurezza è un bene comune in ogni edificio. Per realizzarla basta la rete di solidarietà tra i condòmini: quella però che oggi più manca. L'amministratore di condominio non ha responsabilità in questi casi ma è bene che intervenga prima comunque e dia l'aiuto della sua esperienza con semplici atti che possono migliorare la certezza che nella propria casa si vive al sicuro e sconfiggere così ogni senso di insicurezza e di paura.
Chi entra per compiere la truffa deve agire a viso scoperto per poter ingannare la persona conquistandone la fiducia. Le motivazioni addotte sono in genere allarmistiche: un controllo amministrativo di qualsiasi tipo, dalla pensione, alle bollette non pagate, alle imposte, a presunti lavori urgenti decisi dal condominio. Più è drammatica la scusa addotta e più è certo il turbamento psicologico che si produce.
L'installazione di telecamere evita che il truffatore possa agire entrando nell'edificio perché sarebbe sicuramente ripreso. Il turbamento psicologico avverrà quindi cercando, con il telefono, di spingere l'anziano ad uscire magari per aiutare un familiare. E' sicuro che, in questi casi, la scusa sarà convincente e la suggestione quella del figlio, del nipote in grave pericolo patrimoniale o fisico.
E' qui che il consiglio ripetuto e costante dell'amministratore può ottenere risultati. La narrazione di casi accaduti e l'invito agli anziani che, nel dubbio, chiamino sempre il numero unico di emergenza 113 che provvederà poi a smistare la chiamata alle forze dell'ordine di maggiore operatività.
Se l'amministratore di condominio è vicino ai suoi amministrati lavora meglio perché empaticamente ne capisce le difficoltà e scopre come soddisfarne i bisogni e accresce il suo valore.
Per il format dell’avviso antitruffa, che l'amministratore può modificare ed adattare, cliccare qui .


© RIPRODUZIONE RISERVATA