Il Condominio

Conti truccati? Per l’amministratore è appropriazione indebita, anche ante 2012

di Giulio Benedetti

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Commette appropriazione indebita l'amministratore che trucca i conti del condominio.
La dottrina precedente alla riforma del condominio (legge n. 220/2012) affermava che l'amministratore violava il principio di trasparenza dei conti condominiali attraverso l'utilizzo del conto corrente personale per farvi confluire tutti i conti, in modo da creare una confusione contabile la quale rendeva impossibile la ricostruzione delle poste di ogni singolo condominio. Tale condotta, oltre ad avere evidenti ricadute fiscali, perché non è distinguibile il patrimonio personale dell'amministratore dai conti condominiali...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?