Il Condominio

Quali limiti ha l’amministratore in proroga?

di Raffaele Cusmai

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Nel corso dell'assemblea ordinaria annuale l'amministratore con mandato in scadenza ha asserito che non avendo raggiunto il quorum di 500 millesimi durante la nomina dell'incarico di amministratore (2 nuovi candidati), come previsto dalla norme, doveva proseguire lui stesso l'incarico per prorogatio imperii per un anno specificando anche il compenso. Il quesito è questo: per prorogatio imperii non si intende un tempo limitato con poteri ridotti in attesa della nomina urgente di un nuovo amministratore? Poteva inoltre, essendo in carica in prorogatio imperii, far deliberare opere straordinarie?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?