Il Condominio

L’arte è parte integrante della facciata del condominio

di Paola Pierotti

La città di Campobasso è protagonista di un progetto privato di rigenerazione urbana che sposa l’immobiliare con l’arte. «Non un condominio che accoglie l’arte, ma che è opera d’arte stessa», dice l'imprenditore molisano Vittorio Morelli, promotore dell’iniziativa sviluppata con la sua Mr Investments per un investimento di 7 milioni.

L’arte è infatti integrata nella trasformazione di un edificio degli anni '70, che fino al 2016 ha ospitato uffici Unicredit, in un complesso residenziale – 20 alloggi e 3 uffici per circa 3mila mq complessivi – efficiente, sicuro ed esteticamente d'impatto.
«È stato realizzato un intervento di miglioramento sismico – racconta Morelli – e ad ultimazione lavori, prevista per il primo trimestre 2019, tutte le unità abitative del CondoArt saranno in classe A. Previsto anche un impianto fotovoltaico per la produzione di energia per tutte le utenze condominiali».

Il tutto verrà arricchito dall'opera artistica del maestro locale Elio Cavone, integrata – attraverso un sofisticato sistema di scansioni, e con una stampa ad altissima definizione – nei vetri della facciata continua di 18 metri per 15, suddivisa in 164 lastre di cristallo che riproducono l’opera.

L'iniziativa è stata portata avanti in tempi record e con lo spirito di provare a portare innovazione nella rigenerazione del patrimonio immobiliare urbano decadente. Una sfida, soprattutto in una città come il capoluogo molisano. «Bisogna investire sull’abbellimento delle città, con proposte originali anche per il recupero dell’esistente», ha commentato l'imprenditore che per realizzare il suo progetto ha coinvolto, oltre all’artista, anche uno studio di progettisti locali, lo Studio Off che.
«Si è riusciti a riprodurre talmente fedelmente l’opera – raccontano dal cantiere - che, ammirando la facciata, si ha la percezione delle pennellate dell’artista sulla tela».


© RIPRODUZIONE RISERVATA