Il Condominio

Distacco dal riscaldamento: si può fare se la clausola del regolamento non è trascritta

di Paolo Accoti

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Legittimo il distacco dal riscaldamento se la clausola regolamentare non è trascritta, si pagano però le spese di conservazione dell'impianto.
In linea generale è consentito il distacco dall'impianto di riscaldamento centralizzato e, quindi, l'esonero dalle spese per l'uso, a condizione che dalla predetta separazione non derivino né maggiori spese a carico dei fruitori dell'impianto, ma neppure scompensi termici nell'erogazione del servizio.
Tuttavia, in capo al condomino distaccato, permane l'obbligo di contribuire alle spese di conservazione e manutenzione dell'impianto di riscaldamento condominiale.
La possibilità...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?