Il Condominio

Per usucapire i beni comuni occorre comportarsi da veri proprietari

di Paolo Accoti

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Premesso che il coerede, prima della divisione, può legittimamente avanzare domanda di usucapione della quota degli altri coeredi, a tal proposito, non basta evidenziare come gli altri comunisti si siano astenuti dall'uso del bene, quanto piuttosto la volontà di possedere come se si fosse proprietari del bene medesimo (uti dominus), e non più quale condomino (uti condominus), essendo il coerede già compossessore della cosa, pertanto, non è tenuto a dimostrare l'interversione del possesso ma solo l'estensione esclusiva dello stesso.
In altri...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?