Il Condominio

Nomina e cessazione dell’amministratore: le vere modifiche dopo la riforma

di Anna Nicola

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Prima della riforma del condominio (legge 220/2012) , la nomina dell'amministratore avveniva solo per mano dell'assemblea a maggioranza ex art. 1136 secondo comma cc sia in prima, sia in seconda convocazione. Era un atto unilaterale che non richiedeva risposta dal mandatario indicato dal condominio. Si poteva quindi qualificare in termini di procura, con l'attribuzione dei compiti sanciti dalla legge, salvo ulteriori incombenze decise dal condominio. Ora, con l'avvento della Riforma, non pare più essere così
L'assemblea, con le stesse maggioranze di...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?