Il Condominio

Appropriazione indebita dell’amministratore, quando scatta il reato?

di Paolo Accoti

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Commette il reato di appropriazione indebita l'amministratore di condominio che, al fine di procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto, si appropria di denaro o di cose mobili di proprietà dei condòmini, delle quali detiene il possesso in virtù del rapporto di mandato allo stesso conferito dall'assemblea condominiale (art. 646 Cp).
Il delitto di appropriazione indebita è comunemente considerato reato istantaneo che si consuma con la prima condotta appropriativa, vale a dire nel momento in cui l'agente compia un...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?