Il Condominio

Chi paga se il «bene» è aperto al pubblico e qualcuno subisce un danno?

di Filippo Martini

Anche i privati, come gli enti pubblici, sono destinatari dell’obbligo di custodia previsto dall’articolo 2051 del Codice civile al fine di rendere il bene immune da rischi per la collettività. Presupposto di questo obbligo sociale di custodia è che il soggetto privato abbia un effettivo dominio sul bene e che l’area sotto il suo controllo sia aperta a un numero indistinto di persone che a vario titolo vi possono legittimamente accedere.

Così, può essere condannato...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?