Il Condominio

Rumore, si interviene solo quando colpisce una «pluralità di persone»

di Paolo Accoti

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Le immissioni rumorose risultano punibili solo quando potenzialmente percepibili da più persone. La giurisprudenza è costante nel ritenere sussistente il reato contravvenzionale di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone quando i rumori, eccedenti la normale tollerabilità, siano teoricamente in grado di infastidire un numero indeterminato di persone.
A tal proposito, infatti, la fattispecie criminosa risulta configurabile, ex art. 659 Cp, allorquando chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche, ovvero suscitando o non...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?