Il Condominio

Delitti in condominio: una analisi criminologica

di Federica Riccardi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Negli ultimi anni si sentono spesso sui vari media notizie di litigi tra vicini di casa sfociate in omicidio.
Basti pensare al caso di Erba, ma anche numerose altre vicende meno famose ma comunque tragiche. Il numero di omicidi tra vicini di casa messo a confronto con altri fenomeni omicidiari potrebbe non sembrare allarmante o d'effetto ma resta comunque un fenomeno molto serio e grave, sopratutto perchè non si esaurisce con l'atto omicidiario stesso.
Infatti da qualche tempo si è cominciato anche a parlare di stalking condominiale, fattispecie di reato che può configurarsi con sistematiche molestie assillanti ai danni della vittima, in questo caso vicino di casa. Ebbene, le liti tra vicini come possiamo immaginare, esistono da tempo immemore ma, a quanto pare, è un fenomeno in forte aumento e sicuramente da approfondire.
«Seppure, ad un primo sguardo - spiega il Dott.Fabio Delicato, direttore del Centro Studi & Ricerche in Psicologia Clinica & Criminologia a Napoli - i fattori di rischio nei crimini in condominio potrebbero essere rintracciati negli stressors della società moderna che influiscono sullo stato d'animo, quindi sui comportamenti, dei condòmini una volta varcato l'uscio di casa, la questione va sicuramente approfondita da un punto di vista psicosociale attraverso una ricerca scientifica». “
Inoltre non possiamo non ragionare circa la capacità relazionale e di mediazione, capacità importantissima che purtroppo nella società moderna pare cominciare a perdere efficacia.
Siamo tutti meno disposti al compromesso e tendiamo a far valere le nostre ragioni in ogni modo possibile. Tutto questo contribuisce ad un inasprimento del conflitto che in alcune persone può sfociare in comportamenti illeciti, dalle molestie fino all'omicidio così come dimostrano le cronache.
Su questo sfondo vi si può ritrovare la figura dell'amministratore di condominio. Se da un lato questo professionista non può influire sulle dinamiche personali e private tra vicini di casa, dall'altro potrebbe intervenire a monte, se dotato di particolare formazione, nello scongiurare l'esacerbarsi di dinamiche conflittuali prima che queste diventino troppo acute da poter essere gestite.
Nell'ottica dell'approfondimento delle dinamiche condominiali e della criminologia collegata al condominio, Garante Condominio si avvale dal 2018 della collaborazione del Dott. Fabio Delicato, esperto in criminologia e scienze investigativo-forensi.
www.garantecondominio.it
www.piuvicini.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA