Il Condominio

Energia elettrica sottratta al condominio: non è furto ma appropriazione indebita

di Paolo Accoti

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

La condotta del condomino che si impossessa dell'energia elettrica sottraendola al condominio dai fili elettrici che collegano l'impianto condominiale, è riconducibile alla fattispecie della appropriazione indebita, e non a quella diversa del furto aggravato con violenza sulle cose.
Ciò perché l'energia elettrica si troverebbe nel possesso di tutti i condòmini e, pertanto, anche di colui il quale se ne impossessa per fini privati, trattandosi di bene comune liberamente utilizzabile – senza alcuna sorveglianza da parte degli altri condomini – per le...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?