Il Condominio

Adeguamento impianti antincendio

di Raffaele Cusmai

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Rete idrica antincendio condominiale realizzata negli anni'80 a servizio di due capannoni prefabbricati ad uso magazzini, attività produttive, eccetera. In fase di adeguamento alle norme di prevenzione incendi dell'attività “Depositi di carta, cartoni, ecc.” che occupa due moduli di un fabbricato la rete idrica non più conforme alle norme prescritte deve essere adeguata e, per l'attività in questione, potenziata. Gli altri condòmini, alcuni dei quali svolgono attività soggette a controlli e già in possesso Certificato di Prevenzione Incendi regolarmente rinnovato, non risulterebbero obbligati all'adeguamento dell'impianto. In questo caso lo adegua a proprie spese chi svolge l'attività da regolarizzare? Come vengono ripartite le spese e quantificati i benefici futuri per le altre proprietà?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?