Il Condominio

Decoro architettonico, il giudice può valutare la situazione precedente

di Marco Panzarella e Silvio Rezzonico

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Nel valutare la presunta lesione del decoro architettonico di un edificio, in seguito a un intervento eseguito da un singolo condomino, il giudice può tenere conto delle condizioni nelle quali versava lo stabile prima dell'intervento contestato. È quanto stabilito dalla Corte di Cassazione (sentenza 8 maggio 2017, n. 11177) che, pur rigettando il ricorso di un condomino che aveva realizzato un'apertura sul tetto, non ha escluso come, in casi simili, possa “anche giungersi a ritenere che l'ulteriore innovazione...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?