Il Condominio

Collegamento del gas e insegna pubblicitaria: chi vince?

di Condominio24

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Ho da poco acquistato un appartamento in condominio dove non era presente l'impianto del gas. Quindi, a mie spese desidero effettuare il lavoro per collegare il contatore all'appartamento: sono riuscito ad avere il nulla osta da tutti i condomini nei piani sottostanti il mio appartamento per avere il tubo che passi affiancato ai balconi. L'unico non d'accordo è il conduttore di una bottega del piano terra. Una volta arrivato al piano terra il tubo dovrebbe muoversi lungo il muro perimetrale del palazzo (dove c'è già un tubo del gas, ma qualche centimetro più in basso) per raggiungere le staffe previste dal gestore 2iReteGas, per farlo dovrebbe passare dove attualmente c'è l'insegna non luminosa (polistirolo) della bottega. Sono disposto a mie spese ad effettuare i lavori per staccare l'insegna, far passare il tubo e riposizionare l'insegna ma la risposta è stata: «L'insegna non si tocca». Ora mi chiedo: dove termina il mio diritto alla servitù e inizia quello del conduttore che presumo paghi la tassa per l'affissione dell'insegna? Ho chiesto una riunione di condominio, ma è sufficiente una delibera?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?