Il Condominio

Precompilata, la «comunicazione» non parte applicando le istruzioni

di Saverio Fossati

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Diversi amministratori si sono messi in contatto con il Sole 24 Ore per le difficoltà nella compilazione online della comunicazione.
La questione principale riguarda i morosi. Le regole sono state spiegate con il quesiti di Telefisco ma all'atto pratico sorge un problema.
Ipotizziamo che in un condominio con 5 condòmini con 200 millesimi ciascuno la spesa da pagare sia 100.000 euro ma che l'amministratore ne abbia bonificati nel 2016 solo 90.000 perché un condòmino ha pagato solo 10.000 euro sulla sua quota di 20.000.
Nella Guida operativa dell’Agenzia , nella “SCHERMATA INTERVENTI”, bisogna indicare le “Spese effettuate con bonifico”. Quindi, in questo caso, 90.000
Poi, nella “SCHERMATA UNITÀ IMMOBILIARE/SOGGETTI”, riferita alle singole unità immobiliari, va scritto l'”Importo spesa unità immobiliare” e le istruzioni spiegano che si tratta dell'importo della spesa attribuita al soggetto. Quindi, a rigor di logica, di 20.000 euro, barrando poi la casella “Pagamento non corrisposto interamente al 31/12”.
Il problema è che così facendo il totale (delle singole unità) fa 100.000 e non collima con l'importo di 90.000 indicato nella “schermata interventi”. Infatti viene segnalato un errore e la procedura si blocca.
Si direbbe quindi che nella casella ”importo della spesa” vadano indicati i soldi effettivamente pagati, cioè 10.000 ma questo contrasta con le istruzioni.
Insomma, gli amministratori con condòmini morosi non sanno bene cosa fare. Forse si tratta solo di un errore informatico? Questa domanda è stata passata ieri all’agenzia dell Entrate, sperando in una rapida riposta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA