Il Condominio

Il locatore non ha obblighi di modifiche se lo scaldacqua funziona ed è a norma

Luca Stendardi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Nell'appartamento in cui viviamo come inquilini è installato uno scaldacqua termoelettrico (che utilizza il riscaldamento condominiale per riscaldare l'acqua). Con le nuove valvole termostatiche non si può usare il riscaldamento condominiale, e quindi aumentano il consumo e i costi di energia (circa 20 metri cubi di energia elettrica al giorno). Si tenga conto che, in fase di inizio locazione, ci siamo sobbarcati una ingente spesa, non avendo ricevuto le adeguate istruzioni all’uso di questo scaldacqua. Ha l’obbligo il padrone di casa di sostituire lo scaldacqua termoelettrico con uno nuovo, adeguato alle esigenze dell’abitazione?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?