Il Condominio

I criteri del decoro per i prospetti arretrati

Silvio Rezzonico

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Circa 30 anni fa il proprietario dell'ultimo piano di uno stabile ha demolito parte della falda tegolare e ha ricavato un terrazzino a uso esclusivo: è risultato, quindi, un nuovo prospetto, arretrato rispetto alla facciata principale. Ora il nuovo proprietario afferma che il prospetto che ne è derivato è ammalorato e chiede - a tutti noi proprietari dei piani sottostanti - di contribuire alla riparazione. Questa pretesa è corretta?

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?