Il Condominio

Revisori condominiali, nel convegno di Bari tutti d’accordo sui controlli preventivi

Si è svolto a Bari, venerdì 30 settembre 2016, il convegno dal titolo “La figura del Revisore Condominiale a tre anni di distanza dell'entrata in vigore della legge n. 220/2012”.
Al confronto, patrocinato da Il Sole 24 Ore, hanno partecipano gli attori del mercato di riferimento: Antonio Console, Avvocato del Foro di Bari ed esponente di Confabitare Bari, per “le considerazioni della proprietà sulle opportunità della verifica contabile”; Emmanuele Bux, Commercialista ed esponente Alac Bari, per “L'analisi degli Amministratori di Condominio sul ruolo del revisore condominiale”; Leopoldo Di Nanna, Avvocato del Foro di Bari e presidente di Forza dei Consumatori, per “Le opportunità della revisione dal punto di vista dei consumatori” e Francesco Schena, Ctu del Tribunale di Bari ed esperto de Il Sole 24 Ore per “Le considerazioni del Consulente Tecnico sull'evoluzione della figura”.
«A conclusione dei lavori non posso che esprimere grande soddisfazione per il risultato ottenuto – ha dichiarato Francesco Schena, promotore del convegno – e per la grande convergenza espressa da tutti i relatori intervenuti in rappresentanza di soggetti ed interessi diversi circa gli aspetti più significativi sul tema del revisore contabile in condominio».
Antonio Console (Confabitare Bari) ha sottolineato come i confini di competenza dell'attività di revisione debbano limitarsi a quelli squisitamente contabili, senza che gli si possano riconoscere ulteriori e più ampi poteri di controllo sulle altre attività svolte dall'amministratore.
Emmanuele Bux (Alac Bari) oltre a ribadire l'ineludibile competenza professionale specifica del revisore ha ricordato come l'amministratore di condominio preparato e professionale non debba temere il giudizio del revisore che, da parte sua, deve approcciare all'incarico con fare collaborativo e non con spirito di inquisizione.
Leopoldo Di Nanna (Presidente Forza dei Consumatori) guarda alla figura del revisore condominiale con favore se l'obiettivo è quello di contribuire a fare chiarezza in momenti di conflitto. Rivolgendosi ai condòmini consumatori ha ricordato come sia importante conferire incarichi a professionisti competenti e adeguatamente preparati, diffidando da chi pubblicizza in maniera ingannevole abilitazioni di sorta trattandosi di una attività ad oggi non regolamentata.
Tutti d'accordo anche sulla necessità di preferire la funzione preventiva del revisore a quella censoria, anche allo scopo di deflazionare i conflitti e fornire quella costante collaborazione che l'eccezionalità dell'incarico così come strettamente previsto dalla norma oggi non consente.
Al convegno è intervenuto anche Isidoro Tricarico (Confamministrare Puglia) ribadendo la necessità di perseverare nella formazione professionale di eccellenza sia per gli Amministratori di condominio che per i revisori della contabilità condominiale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA