Il Condominio

Rumore, oggi il convegno del Quotidiano Condominio

La lotta al rumore ha ormai una dimensione esistenziale, che in casa trova l’espressione più angosciosa. È quindi naturale parlare di rumore in condominio: oggi, alla sede del Sole 24 Ore in via Monte Rosa 91 a Milano, alle 14,30 , il Quotidiano Condominio organizza un convegno gratuito (basta prenotarsi inviando una mail a: convegno2.milano@ il sole24ore .com ) a cui partecipano alcuni tra i massimi esperti in materia condominiale. L’incontro è valido ai fini della formazione annuale degli amministratori condominiali (Dm 140/2014) organizzata da Anaci Milano.
Per la locandina cliccare qui .

Il convegno, intitolato Disturbo rumore, condominio e valori immobiliari, parte con le relazioni di un gruppo di magistrati che da moti anni si occupano del mondo condominiale. A partire da Antonio Scarpa, giudice della II sezione della Cassazione, che parlerà della possibilità, per l’amministratore, di avviare azione giudiziaria contro i disturbatori e delle azioni risarcitorie. Giacomo Rota (Tribunale di Milano) si dedicherà a dare concretezza al concetto di «tollerabilità» espresso nel Codice civile, nei rapporti tra condomini e tra il condominio e i terzi e in relazione ai regolamenti di condominio. Giulio Benedetti, sostituto procuratore presso la Procura generale della Corte d’Appello di Milano, affronterà i temi penali, come i rapporti tra l’articolo 844 del Codice civile (immissioni) e l’articolo 659 del Codice penale (reato di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone).

La fase successiva del convegno è dedicata ai problemi dell’amministratore e dei suoi rapporti con i condòmini, con Eugenio Correale, avvocato ben noto agli esperti del settore, e con l’ingegnere acustico Giorgio Campolongo, presidente dell’associazione Missione Rumore (che tutela i cittadini disturbati) sul lato tecnico-giuridico e sulle difese che si possono dispiegare.

Paola Pontanari, legale milanese con parecchie pubblicazioni specialistiche al suo attivo, affronterà lo sconfinamento nello stalking del disturbo da rumore e Fabio Sandrini, con la sua pluridecennale esperienza di amministratore e agente immobiliare, illustrerà gli effetti concreti sui valori degli immobili quando è presente una fonte di rumore non occasionale in prossimità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA