Il Condominio

La «riserva di proprietà» del costruttore va accettata a parte se non è chiara nell’atto

di Luana Tagliolini

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

La facoltà dell'unico proprietario dell'immobile di destinare le singole parti dello stesso a un fine particolare anziché condominiale, affinché possa imporsi agli eventuali acquirenti delle unità abitative dello stabile, ossia ai futuri condomini, è necessario che la riserva, se non esplicitata in forma chiara nell'atto pubblico di trasferimento, costitutivo del condominio, emerga quantomeno sul piano oggettivo, alla luce delle caratteristiche strutturali o della particolare collocazione del singolo bene la cui natura è controversa›› (Corte di cassazione, ordinanza n....