Il Condominio

Una sezione speciale in Tribunale per il diritto immobiliare

di Ladislao Kowalski

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC


Il “Diritto Immobiliare” è una branca che non ha una sua autonomia ma che dovrebbe essere valorizzata nell'ambito di una propria specifica qualificazione (locazione, condominio, affitto immobiliare, circolazione degli immobili, diritti reali, …).
Per tale motivo, con importati relatori, al congresso degli avvocati del Triveneto ho potuto rganizzare una sessione, nel pomeriggio deil 15 aprile, diversificando tre argomenti di attualità: uno sulla circolazione degli immobili; uno sulle locazioni (Padovini, unitamente al compianto prof. Gabrielli è autore di una monografia sulle locazioni e che è il testo più completo ed approfondito di quell'istituto) e, non poteva mancare, uno sul condominio (tra l'altro Mauro Di Marzio è autore di una pregevole monografia al pari del dr. Triola).
Mi piace, pertanto, sottolineare ed evidenziare che vi è chi, al momento, sostiene questo tipo di materia che, per i suoi risvolti nel sociale (si pensi al diritto di abitare, alla vita quotidiana delle persone nell'ambito dei loro rapporti …) e nell'economia (si pensi all'investimento immobiliare quale maggior forma di risparmio per le famiglie ed il volano di ricchezza che l'immobiliare produce …) è di primaria importanza per la società.
Ciò a confronto, al contrario, della dequalificazione e “degiurisdizionalizzazione” (si butta il condominio in mano ad incompetenti …) della materia condominiale come previsto dal disegno di legge di delega al governo di riforma del codice civile, laddove è previsto che la materia condominiale venga assegnata al Giudice di Pace (non vuole essere un insulto ma, tale Giudice, il più delle volte proveniente da pensionati della pubblica amministrazione, non conosce la materia condominiale ed è rappresentante, anche qui senza nulla voler togliere alla sua importante funzione, di una “giustizia minore”).
Si tratta di “banalizzare” una materia che incide sulla vita quotidiana di più dell'80% della popolazione che vive in condominio e che quotidianamente ha rapporti di vicinato, di amministrazione, di costi ….
Al contrario, invece, si dovrebbe istituire un giudice ad hoc per la materia immobiliare così come per l'industria, per i minori e come oggi si richiede per la famiglia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA