Il Condominio

L'amministratore è responsabile per i reati commessi nelle parti comuni?

di Pontanari Paola

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Nel caso di regolamento condominiale a maggioranza (non contrattuale) atteso che l'amministratore di condominio è il legale rappresentante (ex art.1131 c.c.) ed in caso di reati perseguibili d'ufficio (e non a querela di parte, come da sentenza di cassazione 6197/2010) nelle aree comuni riguardanti aspetti condominiali (ex art.1130 cc punto 2), qual'è la norma a tutela l'amministratore in caso di omessa denuncia all'A.G. ? L'amministratore è stato informato dei fatti illeciti con raccomandata r/r e prove oggettive e non si chiede di andare davanti alla volontaria giurisdizione ne si è in regime di clausola compromissoria del regolamento. Si ricorda che per il reato proprio ipotizzato (ex art. 328 c.p.) è già emerso un orientamento e provvedimento del gip Giuseppe Romano Gargarella che, anche alla luce dei nuovi poteri coercitivi concessi dalla legge con la recente riforma senza entrare nel merito del processo, equipara l'amministratore ad incaricato di pubblico servizio.

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?