Il Condominio

Il condòmino può rinunciare al bene comune senza il consenso degli altri

di Giuseppe Bordolli

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Il diritto di comproprietà riguardante beni comuni che non sono essenziali per l'esistenza ed il godimento delle unità immobiliari può formare oggetto di rinunzia da parte del singolo condomino senza necessità di accettazione da parte degli altri partecipanti al condominio.
È questo il principio espresso dalla Cassazione nella sentenza n. 18344/2015 .
Nel caso in questione tutti i condomini di un complesso immobiliare si rivolgevano al tribunale richiedendo che fosse accertato il loro diritto di comproprietà relativo ad un locale...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?