Il Condominio

Tabella dell'ascensore che non serve tutti i piani dell'edificio

di Silvio Rezzonico

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA

Nel mio condominio di 3 piani l'ascensore non serve il 2° piano in quanto non vi ha porte di accesso, esistenti solo ai piani T, 1° e 3°.
Di conseguenza gli appartamenti del 3° piano, nel conteggio dei piani ai fini della ripartizione dei costi di manutenzione dell'ascensore, devono avere coefficienti 2 o 3 (cioè essere considerati al 2° o al 3° piano)?
Desidero cioè sapere se si devono considerare i piani della struttura fisica dell'edificio o solo quelli nei quali esiste una porta dell'ascensore.
poiché i costi di manutenzione dell'ascensore derivano in larga parte dalla quantità d'uso che se ne fa, ritengo che si debba considerare la lunghezza del percorso che fa l'ascensore per arrivare al 3° piano e non la presenza o meno di porte intermedie.

Da L'Esperto Risponde

Salva diversa disposizione del regolamento condominiale contrattuale, a norma dell'articolo 1124 del Codice civile – rimasto sostanzialmente confermato dalla legge di riforma del condominio, legge 220/2012 – l'addebito delle spese delle scale e dell'ascensore è posta a carico dei proprietari dei diversi piani a cui servono.
A nostro giudizio, la mancata utilizzazione dell'ascensore al secondo piano comporta che la ripartizione delle spese – per la quota riguardante l'altezza dei piani – debba farsi applicando analogicamente il disposto di cui all'articolo 1124, ultimo comma del Codice civile, in tema di cantine, palchi morti, ecc.


© RIPRODUZIONE RISERVATA