Il Condominio

Lastrico solare esclusivo senza accesso

di Pierantonio Lisi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Per l'accesso al lastrico solare che copre due appartamenti all'ultimo piano, c'è un solo ingresso.
Tale lastrico solare è stato diviso in due, uno con ingresso e un altro senza ingresso.
Mi è stato venduto il lastrico solare sovrastante al mio appartamento senza ingresso.
Il diritto di entrata dalla porta che va sull'altra metà del lastrico solare è solo dell'altro Condomino proprietario anche lui di un appartamento sottostante al lastrico solare.
Tale diritto è riportato nell'atto notarile ma io non me ne sono accorto e ho firmato tale atto.
Quindi sono proprietario di un lastrico solare inaccessibile, sovrastante al mio appartamento.
Dovendo sostituire le tegole di amianto messe sopra tutto il lastrico solare dell'edificio
con tegole coibentate vorrei sapere se è un mio diritto pagare con i soli millesimi catastali
mentre l'altro condomino essendo proprietario di un lastrico solare con diritto di accesso
deve pagare un terzo più parte dei due terzi.

Da L'Esperto Risponde

Occorre preliminarmente precisare che si parla di lastrico solare solo nei caso in cui la sommità dell'edificio sia ricoperta da una superficie calpestabile e praticabile. Tanto premesso, se la superficie non è accessibile né al lettore né agli altri condomini, allora l'unica utilità espressa è quella di copertura dell'edificio, ossia quella tipica del tetto. Il criterio di ripartizione delle spese applicabile, dunque, è quello del tetto, ossia per millesimi di proprietà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA