Il Condominio

Tutti i documenti sempre a disposizione

di Enrico Morello

Non adempie correttamente all' incarico (mandato) ricevuto l'amministratore che non documenti esattamente, in modo preciso e circostanziato, le spese affrontate nel corso della propria attività svolta in favore del condominio.

Con la legge di riforma (220/2012) il legislatore è opportunamente intervenuto prevedendo (articolo 1130, n. 8 del Codice civile) a carico degli amministratori l'obbligo di conservare tutta la documentazione (che evidentemente sarebbe bene mettere on line su un sito del condominio per evitare di doverlo fornire di volta in volta ai vari condomini che ne facciano richiesta) inerente alla propria gestione.

A completamento di tale normativa, l'articolo 1130 bis del Codice civile prevede inoltre che l'obbligo a carico dell'amministratore di conservare la documentazione inerente al suo incarico abbia durata di dieci anni, con corrispondente diritto dei condòmini di prendere visione dei documenti giustificativi e di chiederne (a spese proprie) di estrarne copia.

Infine, sempre nel lodevole intendo di creare dei condomini “trasparenti”, con l'introduzione dell'articolo 1139, n. 9 del Codice civile, il legislatore ha ora stabilito l'obbligo per l'amministratore di fornire al condòmino che ne faccia richiesta l'attestazione relativa allo stato dei pagamenti degli oneri condominiali ed alle eventuali liti in corso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA