Il Condominio

LE SPESE DI MANUTENZIONE A CARICO DEGLI UTILIZZATORI

LA DOMANDA
Un supercondominio è costituito da due unità immobiliari, con una centrale termica esterna, su area condominiale comune, che alimenta il riscaldamento di entrambi i fabbricati.Si ritiene che i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria dell'impianto siano da ripartire con i millesimi di riscaldamento generale e comprendano anche le tubazioni che dalla caldaia giungono al confine dei singoli fabbricati. Si ritiene invece che eventuali manutenzioni riferite alle tubazioni di risalita ammalorate all'interno di ogni singolo fabbricato competano esclusivamente al fabbricato interessato.L'interpretazione è corretta?

Si ritiene che, nel caso di specie, possa applicarsi l’articolo 1123, 3° comma del Codice civile, che stabilisce: «Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità». Posto ciò, la manutenzione della tubazione che serve solo un fabbricato sarà solo a carico dei condomini dello stesso.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA