Il Condominio

IL CONTRIBUTO «SOLIDALE» RESTA SU BASE VOLONTARIA

LA DOMANDA
In assemblea di condominio è stata discussa la spesa per il rifacimento di una canna fumaria. La spesa riguardava solo metà del condominio ed è stata deliberata dai soli condòmini utilizzatori di quella colonna. Alcuni condòmini, non obbligati alla spesa perché utenti dell'altra colonna, hanno deciso di accollarsene comunque una parte. Altri non hanno aderito a tale contributo solidale.È legittima una simile decisione oppure bisognava comunque trovare una intesa che coinvolgesse tutti?

L'articolo 1123, comma 3, del Codice civile prevede che, qualora un impianto serva solo alcuni condòmini, solo questi ultimi devono essere convocati e sono tenuti a pagare le spese. Nulla vieta che altri condòmini decidano di contribuire, ma si tratta di una volontà unilaterale, che non può coinvolgere altri partecipanti al condominio. Si consideri anche che i condòmini che hanno deciso di contribuire al costo, pur senza esservi tenuti, quando dovranno eventualmente intervenire sulla loro canna fumaria, non potranno costringere al pagamento coloro che oggi eventualmente beneficeranno della loro contribuzione.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA