Il Condominio

DA PRATO A PARCHEGGIO CON VOTO A MAGGIORANZA

LA DOMANDA
Abito in un condominio con penuria di posti auto rispetto al numero di condòmini. Sul posto vi è uno spazio a uso prato, di proprietà del condominio, che alcuni vorrebbero trasformare, seguendo le procedure del caso, in parcheggio. Qual è la prassi da seguire?

La legge di riforma del condominio, la 220/2012, entrata in vigore il 18 giugno 2013, ha modificato e integrato le norme del Codice civile in materia condominiale. Al riguardo, il rinnovato articolo 1120, al secondo comma, n. 2, prevede che «i condòmini, con la maggioranza indicata dal 2° comma dell’articolo 1136 del Codice civile, possono disporre le innovazioni che, nel rispetto della normativa del settore, hanno ad oggetto: le opere e gli interventi previsti per eliminare la barriere architettoniche, per il contenimento del consumo energetico degli edifici e per realizzare parcheggi destinati a servizio delle unità immobiliari o dell’edificio...».Pertanto, con la maggioranza indicata nel 2° comma dell’articolo 1136 del Codice civile, ossia con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell’edificio, è possibile deliberare e approvare la realizzazione di parcheggi condominiali.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA