Il Condominio

CONTATORI GAS: SPORTELLI PAGATI DAI PROPRIETARI

LA DOMANDA
Il condominio in cui si trova il mio appartamento ha deliberato di rifare una calata di scarico e di ripartire il costo dell'intervento solo tra i proprietari degli appartamenti che sono serviti da tale calata; un condomino si è opposto a questa decisione ritenendo che tale spesa dovesse essere ripartita tra tutti i condomini; ora, considerando che più della metà della spesa è stata coperta dall'assicurazione, che abbiamo pagato tutti, dovremmo partecipare anche alla restante parte della spesa? Inoltre, sono state considerate come spese personali l'acquisto di nuovi sportelli, di alcuni contatori del gas posti sulla facciata, in sostituzione di altri rubati, di cui si sono fatti carico i condomini direttamente interessati. Qual è il modo corretto di ripartire queste spese?

Si ritiene, riguardo al primo quesito, che sia corretta la rispartizione secondo quanto dispone l’articolo 1123 ultimo comma, Codice civile: «Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità». Quindi, la spesa della calata di scarico deve essere ripartita fra i condomini che la stessa serve, se non altrimenti previsto dal titolo. Quanto alla sostituzione degli sportelli dei contatori del gas, ancorchè ineriscano la facciata, sono di spettanza esclusiva, come i contatori stessi e quindi la spesa deve essere sostenuta dai singoli proprietari.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA