Il Condominio

AMMINISTRATORE D'OBBLIGO CON NOVE CONDOMINI

LA DOMANDA
I condomini (12 su 14) non intendono nominare l’amministratore di condominio per “risparmiare”, dicono, sulle spese di gestione. Nel contempo, gli stessi hanno deliberato (deciso) su argomenti che trovano contrari i due condomini di “minoranza”. Conseguentemente, l’unica strada che rimane ai condomini di “minoranza” per far valere le loro ragioni è quella giudiziaria. Ma questa via è tortuosa e costosa. Nel frattempo si pongono interrogativi: 1)le delibere (decisioni) prese dai condomini in assenza di nomina dell’amministratore sono “valide” a tutti gli effetti? 2)Entro quale termine, pena la decadenza, deve essere notificato il verbale di assemblea?

La nomina dell’amministratore in un condominio con oltre otto condomini è obbligatoria. In realtà è un procedimento relativamente rapido e non particolarmente costoso. In ogni caso, in merito alle domande del lettore, quanto alla prima, la delibera è valida anche se non è stato nominato l’amministratore; quanto alla seconda, la legge non prevede un termine per l’invio del verbale.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA