Il Condominio

Impianti comuni, sempre illecita l'autoriduzione

Patrizia Maciocchi

Fonte: Il Sole 24 Ore

Il cattivo funzionamento dell'impianto centralizzato di riscaldamento non autorizza il condomino a non pagarne le spese. La Cassazione (sentenza 15399/2014 ) ha chiarito che la semplice circostanza che il riscaldamento non eroghi un calore sufficiente non giustifica un esonero dal contributo. Il singolo condomino non è, infatti, titolare di «un diritto di natura contrattuale sinallagmatica» e quindi non può sottrarsi ai pagamenti.

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?