Il Condominio

Stabile pericolante, l'inerzia dell'assemblea non scusa il reato

Patrizia Maciocchi

Fonte: Il Sole 24 Ore

Chi possiede un immobile in uno stabile pericolante ha l'obbligo di attivarsi, anche ricorrendo al giudice, per superare l'inerzia dell'assemblea. Il proprietario che si "nasconde" dietro la paralisi deliberativa commette un reato punibile con il carcere fino a sei mesi. La Cassazione, con la sentenza 14465/2014 salva due famiglie dalla condanna a 60 giorni di carcere solo in virtù della riscontrata prescrizione del reato di omissioni...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?