Il Condominio

Il regolamento non sempre può vietare attività «poco tranquille»

di Saverio Fossati

Anche se c'è un regolamento condominiale deciso all'unanimità, non si possono imporre vincoli al libero uso delle proprietà private. La vicenda, risolta dalla Cassazione (sentenza 22892, depositata l'8 ottobre 2013), parte da un regolamento del 1985, approvato all'unanimità, che vietava le attività incompatibili con il decoro e la tranquillità dell'edificio.

Un condomino aveva poi affittato alcuni locali a un circolo ricreativo, che attirava clienti e soci a tarda notte creando molestie e rumore e innescando un contenzioso con un altro...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?