Gestione Affitti

Dallo sfratto al «rito locatizio», come può cambiare il processo in corso

di Selene Pascasi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Con l'opposizione dell'intimato, il procedimento di convalida di sfratto muta, automaticamente, in un nuovo rapporto processuale basato sull'ordinaria domanda di accertamento e condanna (o risoluzione e condanna) da ritenersi implicitamente proposta dal locatore che prosegua nel realizzare la sua pretesa.
Sarà essenziale, quindi, affrontare le questioni su cui la stessa si basa: risoluzione del contratto di locazione per inadempimento, condanna alla restituzione del bene e condanna al pagamento dei canoni insoluti. Lo sottolinea il Tribunale di Roma, con...