Gestione Affitti

Il proprietario può sfrattare per morosità l’inquilino che detrae dal canone le spese sostenute senza permesso

di Matteo Rezzonico e Marco Panzarella

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Non c'è falso ideologico per il locatore che attesti dinanzi al giudice la morosità persistente
Nel caso in cui l'inquilino, senza l'assenso del proprietario, detragga dal canone di locazione le spese sostenute per dei lavori di manutenzione, il locatore che nel procedimento di sfratto per morosità attesti dinanzi al giudice civile che la morosità persiste, non risponde del reato di falsità ideologica e di errore determinato dall'altrui inganno.
È quanto affermato dalla Corte d'appello di Milano con la...