Gestione Affitti

Lo sfratto per ristrutturazione resta valido se i lavori non vengono fatti per colpa dell’inquilino

di Francesco Machina Grifeo

Nessuna sanzione per il locatore che, dopo aver ottenuto dal comune il permesso di eseguire lavori di ristrutturazione nell'appartamento affittato, chieda al conduttore di lasciarlo (alla scadenza del primo quadriennio), se poi scaduto il permesso annuale a causa della opposizione dell'inquilino decida di affittarlo a terzi, desistendo dal proposito di rinnovarlo. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 21 gennaio 2016 n. 1050 , respingendo il ricorso dell'affittuaria la quale aveva lamentato il fatto che...

Quotidiano del Condominio

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Condominio è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale con tutte le novità e gli approfondimenti sul mondo immobiliare e condominiale.
L'unico firmato Il Sole 24 Ore.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Registrati

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?