Gestione Affitti

Clausola di conoscenza dell'Ape

di Luca Stendardi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA
Il primo gennaio ho affittato una casa, registrando regolarmente il contratto per via telematica. Disponevo dell'Ape, ma in quel periodo il sistema non consentiva di allegarla al contratto. Di questi giorni è la disposizione che dice che andava inserita una clausola in cui si dice che il conduttore è stato informato delle caratteristiche energetiche dell'appartamento e gli è stata fatta visionare l'Ape. Non essendo ai primi di gennaio ancora uscita questa disposizione, pur disponendo dell'Ape e avendone data persino una copia al conduttore, non ho inserito questa clausola nel contratto. Come posso rimediare ?

Da L'Esperto Risponde

Il Decreto Legge 23 dicembre 2013 n. 145 sancisce che in caso di contratto di locazione di singola unità immobiliare l'omessa dichiarazione (da raccogliere in «apposita clausola») con la quale l'acquirente o il conduttore conferma di aver ricevuto le informazioni e la documentazione, comprensiva dell'attestato, in ordine alla attestazione della prestazione energetica dell'unità locata comporta a carico delle parti il pagamento, in solido, di una sanzione amministrativa compresa tra un minimo di 1.000 euro ed un massimo di 4.000 euro. La sanzione si riduce alla metà (minimo 500 euro – massimo 2.000 euro) se la durata della locazione non eccede i tre anni. Conviene aspettare la conversione in legge del citato decreto legge per sapere se vi siano eventuali “sanatorie” per i contratti che non rechino la prescritta dichiarazione. Si ritiene peraltro possibile che con clausola aggiunta, da sottoporsi a registrazione con tassa fissa, si possa integrare il contratto con la dovuta dichiarazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA