Gestione Affitti

Il quesito: manutenzione all’impianto idrico del box in locazione

di Paola Pontanari

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Da L’Esperto Risponde

Il mio box auto utilizza acqua proveniente da una derivazione dell'impianto idrico di un palazzo confinante. La linea è dotata di contatore e annualmente pago il consumo all'amministrazione del palazzo. Il box è però appartenente a un altro palazzo e non sono quindi presenti millesimi di proprietà. L'amministratore ha recentemente fatto eseguire lavori di manutenzione straordinaria all'impianto idrico e chiede che le spese siano divise in parti uguali tra tutti gli utenti prescindendo dall'effettiva proprietà. È corretto? Si precisa che nel regolamento condominiale non c'è alcun riferimento a questi aspetti.
Risposta
Presumendo che Lei non sia il proprietario del box auto, innanzitutto, bisogna distinguere tra tre tipi di contratti. Quelli a canone convenzionato (locazioni di tre+due anni di durata, transitorie e per studenti universitari), quelli a canone libero (quattro+quattro anni di durata) e infine quelli sottratti alla Legge 431/1998 (i più comuni sono le locazioni turistiche e quelle relative ai box).
In estrema sintesi, pertanto, se nel contratto di locazione non esistono clausole o allegati in merito ad una ripartizione convenzionale delle spese accessorie, le spese di manutenzione ordinaria saranno a carico del conduttore, mentre quelle di manutenzione straordinaria saranno sopportate dal locatore.
La legge prevede che siano poste a carico del conduttore le sole spese relative alla piccola manutenzione dipendenti da deterioramenti prodotti dall'uso, e non quelle dipendenti da vetustà o da caso fortuito (quali ad esempio un incidente oppure gli effetti di pioggia, neve o fulmini).
Pertanto, alla luce di quanto appena esposto e ritenuta la straordinarietà della spesa all'impianto idrico comune – così come da Lei prospettato – è legittimo che quest'ultima sia corrisposta dal proprietario del box auto e non dal conduttore il quale, come è già stato ricordato, dovrà farsi carico delle spese di piccola manutenzione ordinaria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA