Gestione Affitti

Assegno per la caparra scoperto

di Luca Stendardi

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

LA DOMANDA

L'assegno dato come caparra si è rivelato scoperto. L'inquilino non può corrispondere l'importo equivalente. Come si può procedere per cautelarsi?

Da L'Esperto Risponde

Il quesito non specifica se la caparra di cui si parla sia quella che si versa alla firma di un preliminare per un contratto di locazione ovvero costituisca il deposito cauzionale lasciato dal conduttore a garanzia della riconsegna in buono stato dell'immobile al termine della locazione. In entrambi i casi la mancata copertura dell'assegno è indice di un contraente inaffidabile sotto il profilo economico per cui, se ci si trova in presenza di un assegno lasciato come caparra per la stipula di un contratto definitivo, è opportuno non concludere detto contratto stante l'evidente insolvenza della controparte riservandosi di richiedere giudizialmente la somma dovuta quale caparra.
Se ci si trova in presenza di un deposito cauzionale, si può agire direttamente per il recupero della somma dovuta chiedendo un decreto ingiuntivo a carico del soggetto che ha emesso l'assegno risultato scoperto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA