Gestione Affitti

SÌ ALLA COMPENSAZIONE TRA CAUZIONE E BOLLETTE

LA DOMANDA
Al termine di un contratto di locazione, da clausola contrattuale ho 30 giorni dal rilascio dell’immobile per restituire il deposito cauzionale, salvo detrazioni a copertura degli eventuali danni.In tale clausola non sono nominati i consumi: le bollette sono intestate a nome mio, ma pagate dagli inquilini. Dato che le bollette arriveranno dopo i 30 giorni, posso trattenere una quota relativa ai consumi calcolata in base ai contatori o devo obbligatoriamente restituire la caparra sperando poi che all'arrivo delle bollette gli ex inquilini mi paghino i consumi?

Il deposito cauzionale ha la funzione di garantire il locatore per gli eventuali danni che il conduttore dovesse aver arrecato ai locali. Non potrebbe quindi essere trattenuto per far fronte al pagamento delle spese accessorie, salvo che nella ricevuta rilasciata a suo tempo al conduttore non vi siano patti espressi in merito. È comunque possibile effettuare una compensazione tra i rispettivi crediti (restituzione del deposito cauzionale al conduttore con rimborso da parte dello stesso delle somme relative ai consumi che, se pur formalmente addebitati al locatore, sono stati utilizzati dal conduttore). Se non è possibile ottenere dalle aziende erogatrici dei servizi una lettura attuale dei consumi, è comunque possibile effettuare una stima in base alla lettura ricavata dai contatori, versando quindi la differenza che emerge tra i rispettivi crediti.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA