Gestione Affitti

SENZA PREAVVISO DI 12 MESI IL «6+6» VALE ANCORA 6 ANNI

LA DOMANDA
Il 1° gennaio 1998 ho stipulato, in qualità di comproprietario, un contratto di locazione commerciale riferito a un immobile a uso artigianale (laboratorio di falegnameria), ex legge 392/1998, della durata di sei anni più sei. Alla scadenza dei 12 anni, in assenza di disdetta, il contratto si è prorogato tacitamente di ulteriori sei anni, vale a dire sino al 31 dicembre 2015. Non avendo comunicata la disdetta con il previsto preavviso di 12 mesi, il contratto si rinnoverà tacitamente alla scadenza per ulteriori sei anni alle stesse condizioni (con l'aggiornamento Istat previsto dal contratto stesso)? È possibile inviare comunque la disdetta per negoziare un nuovo canone, anche se oramai non rientro nel termine del preavviso di 12 mesi?

A norma dell'articolo 28 della legge 392 del 1978 (equo canone), per le locazioni di immobili a uso diverso da quello abitativo il contratto si rinnova tacitamente per un periodo di sei anni, a meno che non venga comunicata disdetta da una parte all'altra a mezzo di lettera raccomandata con preavviso di almeno 12 mesi. Il contratto di cui si parla nel quesito andrà a rinnovarsi il 31 dicembre 2015 per la durata di altri sei anni. Ciò a meno che le parti, ma solo consensualmente, prevedano di rinegoziare il contratto su basi diverse da quelle attuali.

Da: Condominio24


© RIPRODUZIONE RISERVATA