Dalle Associazioni

Confabitare, al via il Centro studi nazionale

Confabitare, l'associazione di proprietari immobiliari guidata da Alberto Zanni, potenzia la sua struttura organizzativa proseguendo il percorso avviato con il Congresso nazionale del Giugno scorso a Bologna. È in quest'ambito che è nato il Centro studi nazionale di Confabitare, una sorta di super organismo che avrà il compito di coordinare e supportare l'attività dei cinque centri studi già esistenti (fiscale, giuridico, tecnico urbanistico, condominiale e immobiliare). Al vertice del Centro studi nazionale è stato chiamato Roberto Giannecchini, presidente della sede provinciale di Savona, con alle spalle una lunga esperienza in campo associativo e sindacale. In virtù del nuovo incarico, Giannecchini entrerà a fare parte della giunta nazionale della associazione. Soddisfatto il presidente Zanni: «si tratta di un ulteriore passo avanti verso una riorganizzazione necessaria, alla luce delle dimensioni e del ruolo che Confabitare ha assunto a livello nazionale. Nello specifico, il Centro studi rappresenta uno strumento indispensabile nella attività di studio, monitoraggio ed interpretazione delle leggi ed un supporto prezioso per tutti noi di Confabitare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA