Dalle Associazioni

Intesa Anaci - Intesa Sanpaolo per una banca amica dei condomìni

Intesa Sanpaolo e Anaci hanno siglato un accordo per sostenere su più fronti sia i condomìni sia gli amministratori associati Anaci.
Intesa Sanpaolo e Anaci hanno previsto, tra i punti dell'accordo, agevolazioni per alcuni servizi finanziari dedicati ai condomìni, per esempio il conto corrente, i servizi di incasso e pagamento e il finanziamento dedicato, le cui caratteristiche creditizie valorizzano la provata professionalità dell'amministratore. Ulteriori agevolazioni sono previste per l'amministratore associato Anaci sia per l'operatività bancaria professionale sia per quella privata.
Andrea Lecce, responsabile Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa Sanpaolo, dichiara: «Il nostro obiettivo è proporre soluzioni concrete per agevolare la riqualificazione del patrimonio immobiliare del Paese con importanti impatti sulla sicurezza e sul confort dei cittadini, sull'ambiente e sulla valorizzazione immobiliare. L'accordo con Anaci è frutto dell'impegno di entrambe le parti che, mettendo a fattor comune le proprie competenze, collaborano già da tempo per costruire soluzioni efficaci per valorizzare il segmento dei condomini».
Francesco Burrelli, presidente nazionale di Anaci, sottolinea: «L'accordo siglato è di importanza storica. Finalmente un'importante banca italiana, tra le principali a livello europeo, definisce parametri oggettivi per gli amministratori che richiedono un finanziamento per il condominio legandolo inderogabilmente al possesso dei requisiti stabiliti dall'art.71 bis. Riteniamo infatti importante che solo gli amministratori in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge possano rappresentare legalmente tutti i condomini. Grazie all'accordo, sarà quindi più semplice favorire il risparmio energetico, l'utilizzo del Sisma Bonus, lo sviluppo delle Smart City, la connettività e qualsiasi altro intervento che modifichi e riqualifichi gli edifici. L'attenzione di Intesa Sanpaolo verso la realtà condominiale italiana contribuirà in modo significativo anche a far ripartire l'economia circolare, che si sviluppa proprio su queste buone pratiche. Ora spetta ai cittadini il compito e il dovere, di scegliere amministratori professionisti con i necessari requisiti per gestire il proprio patrimonio immobiliare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA