Dalle Associazioni

Il Codice di Condotta degli amministratori depositato presso il Garante della Privacy

Ieri è stato depositato presso il Garante della Privacy il Codice di Condotta Privacy in materia condominiale, ai sensi del Regolamento europeo 16/679 e nel successivo de-creto di armonizzazione nazionale D.Lgs 101/18. Lo annuncia Unai, che ricorda che il codice è stato redatto in applicazione di quanto sancito dal Reg. UE 16/679, ed ha l'obiettivo di contribuire alla corretta applicazione del Regolamento UE in funzione delle speci-ficità del settore di trattamento e delle esigenze specifiche del condominio e degli amministra-tori intesi come studi professionali o società di gestione.
Il Codice, elaborato dall'avv. Carlo Pikler, che ha coordinato il gruppo di lavoro, è frutto dell'apporto dei Centri Studi delle seguenti associazioni di categoria degli amministratori di condominio: A.C.A.P., A.I.R., A.L.A.C., A.N.AMM.I., A.R.C.O., U.N.A.I., UNICONDOMINIO.
UNAI, la cui tradizione sindacale risale al 1968 (anno della sua fondazione), è da sempre attenta alle esigenze degli amministratori e da sempre si distingue nel panorama associativo italiano per selettività, rigore e professionalità, avendo però sempre come prioritario l'obiettivo dell'interesse della categoria, prima ancora di quello associativo.
Per tale motivo si è ritenuto prioritaria una operazione “di gruppo” per il progetto del Codice di Condotta, onde poter fornire un importante servizio e una linea guida ai nostri associati, ma an-che a tutti gli amministratori.
Per saperne di più: www.unai.it - info@unai.it .


© RIPRODUZIONE RISERVATA