Dalle Associazioni

Magistrati, tecnici e avvocati al convegno di Anaci Monza: sicurezza al centro

di Davide Longhi

L'Autodromo di Monza, per l'intera giornata di venerdì 14 settembre 2018, è diventato scuola di alta formazione ed approfondimento professionale per gli amministratori di condominio che si sono resi spettatori-protagonisti della 2^ edizione del Convegno “Ready to run”, organizzato da ANACI Monza e Brianza negli spazi della Palazzina Hospitality dell'Autodromo. Sono stati accolti 500 professionisti associati, provenienti da tutto il territorio brianzolo della Lombardia e di altre regioni italiane, i quali hanno preso parte ad una lectio magistralis con avvocati, giudici (anche del foro di Monza dr. Vito Febbraro e dr.ssa Maria Francesca Chiuri) ed esperti del settore condominiale. Terminati i saluti istituzionali, aperti dal Presidente nazionale ANACI ing. Francesco Burrelli che hanno visto anche la presenza del Presidente del Tribunale di Monza dr.ssa Laura Cosentini e del Presidente dell'Ordine degli avvocati di Monza avv. Michele Erba, si è passati all'esposizione delle relazioni che hanno trattato specifiche tematiche affrontate quotidianamente dagli amministratori nella loro attività professionale, tra queste si segnalano le relazioni dei Magistrati della Suprema Corte di Cassazione dr. Felice Manna e del dr. Roberto Triola.
Il dr. Manna ha affrontato la tematica del contratto di appalto nel condomino con le sue peculiarità soffermandosi sulla figura dell'amministratore (ruolo e responsabilità). Il dr. Triola ha affrontato il tema dell'obbligazione contratta dall'amministratore condominiale (conseguenze ed effetti) soffermandosi sull'individuazione dell'effettivo debitore. L'ing. Burrelli, prima di esporre la sua relazione, ha chiesto a tutti i presenti di osservare un minuto di silenzio in memoria delle vittime della tragedia del ponte Morandi di Genova avvenuta il 14/08, successivamente ha posto l'attenzione sulla sicurezza nel condominio e sulla necessità di programmare gli interventi manutentivi straordinari con lo scopo di evitare l'interventismo di urgenza, legato sempre a tragedie umane e sociali. Il dr. Febbraro ha affrontato la tematica relativa ai procedimenti cautelari nel passaggio di consegne e i rischi e le cautele degli amministratori.
Gli avvocati Longhi e Galetto hanno, quindi, risposto a 20 domande pratiche sul tema della privacy in condominio anche alla luce della pubblicazione del D.lgs n. 101 del 10 agosto 2018. Infine, l'avv. Correale ha chiuso l'intera giornata di lavori ponendo l'attenzione su due particolari casi relativi alla responsabilità dell'amministratore per carenza nella custodia degli impianti comuni soffermando l'attenzione sul ruolo e sull'applicazione dell'art. 2051 c.c.


© RIPRODUZIONE RISERVATA