Dalle Associazioni

Registro amministratori: Confai scrive al sottosegretario Morrone

di Luigi A. Ciannilli

Q
D
C Contenuto esclusivo QdC

Egr. Sottosegretario Morrone,
le scrivo in qualità di presidente della CONF.A.I. un'associazione di Amministratori condominiali, con sede a Ferrara, iscritta nella 2a sez presso codesto Ministero di Giustizia ai sensi della L. 4/2013. Le scrivo in riferimento alla sua intervista pubblicata oggi dal Sole 24 Ore e, non essendo riuscito a reperire un indirizzo email al quale indirizzarle la presente, l'affido a messenger nella speranza che abbia occasione di leggerla e, se vorrà indicarmi una sua mail, mi consentirà di integrarla con ulteriori notizie riguardati la categoria. Augurandomi, data la vicinanza tra Ferrara e Forlì, di poter avere occasione di un incontro e venirla a trovare personalmente. Premesso di concordare sull'utilità ed efficacia di un “Registro di Amministratori” da tenersi presso codesto Ministero, con la presente faccio invece riferimento alla dichiarazione che i 'corsi di aggiornamento professionale annuali' debbano tenersi per minimo 15 ore 'consecutivamente' e senza interruzioni.
L'art. 5 del DM 140/2014, al punto 2, parla di 'obblighi' formativi con cadenza annuale e di durata di almeno 15 ore. Non contemplando quanto da lei asserito nell'intervista: “non frazionabili”. D'altronde, date le materie che i suddetti corsi devono trattare, come è possibile ipotizzare una continuità didattica di 15 ore senza interruzioni e con una problematica, qual è quella condominiale, che sforna quasi quotidianamente 'sentenze' di ogni genere, 'disposizioni fiscali-tributarie e amministrative', 'aggiornamenti sulla normativa privacy', 'sicurezza' e altro ancora? Cosa inficerebbe la corretta formazione periodica spezzettando le 15 ore di minima previste nell'arco dell'intera annualità, secondo le problematiche che emergono e a cui dare adeguata informazione agli associati?
Grazie dell'attenzione e del riscontro che vorrà fornirci. Giungano con l'occasione i nostri, e miei personali, migliori auguri di proficuo lavoro per l'incarico attribuitole.

Dr. Luigi Antonio Ciannilli - presidente nazionale CONF.A.I. - Confederazione Amministratori Immobiliari


© RIPRODUZIONE RISERVATA