Dalle Associazioni

Confedilizia contro la proposta Ocse di nuove patrimoniali sulla casa


In relazione alla prposta Ocse di introdurre un’imposta patrimoniale il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ha ribattuto che «L'Ocse dice che in Italia sarebbe utile introdurre un'imposta patrimoniale perché c'è concentrazione di ricchezza e vanno ridotte le diseguaglianze. In attesa che una di queste organizzazioni internazionali così prodighe di consigli fornisca finalmente una ricetta per creare ricchezza anziché per distruggerla, informiamo l`Ocse che nel nostro Paese una patrimoniale c'è già: si chiama Imu-Tasi, vale 21 miliardi di euro l'anno e ha già provveduto ad annientare il settore immobiliare, favorendo la chiusura di imprese, la perdita di posti di lavoro e la contrazione dei consumi. Rimangono i soldi dei conti correnti e il risparmio finanziario, ma quelli, a differenza degli immobili, prenderanno il largo alle prime avvisaglie di un Governo che dia l'impressione di voler seguire suggerimenti così sciagurati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA