Dalle Associazioni

Anaci e Geometri insieme per la tutela del patrimonio immobiliare

Firmato pochi giorni fa il Protocollo d'Intesa tra il Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati e l'Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari. La valenza dell'accordo unisce le competenze tecniche dei Geometri Italiani e la funzione normativa degli Amministratori Condominiali e Immobiliari per garantire la sicurezza del cittadino, avviando fra le due organizzazioni l'elaborazione di soluzioni ragionate e di procedure condivise con oggetto la tutela, l'incentivazione e la messa in sicurezza della casa. Proposte da porre congiuntamente all'attenzione delle massime istituzioni pubbliche preposte, come la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dello Sviluppo Economico.
Fra gli impegni inseriti in agenda dalle due sigle di riferimento, il coinvolgimento della cittadinanza in iniziative tese alla puntuale e corretta conoscenza degli aspetti relativi alla sicurezza delle costruzioni, agli aspetti strutturali statici e sismici delle strutture in elevazione e in fondazione, agli aspetti di carattere energetico e all'impiantistica degli immobili, affinché la sicurezza di ciascun individuo sia considerata per il suo alto valore e possa essere finalmente garantita. In relazione alla diffusione delle informazioni, saranno messi in risalto anche i benefici fiscali previsti dalle misure pilastro approvate dalla Legge di Bilancio 2017: Ecobonus, Sismabonus, Cessione del credito d'imposta per i condòmini.
L'intesa pone nuovamente al centro dell'attenzione il Registro dell'Anagrafe Condominiale per una puntuale definizione e integrazione dei suoi contenuti, come uno standard nazionale per la compilazione, sollecitando l'accesso e la fruizione dei dati nell'intero territorio nazionale. Un percorso che, in prospettiva, e con il via libera della Pubblica Amministrazione per un accesso più facile e trasparente delle informazioni, potrebbe condurre alla costituzione di un'unica banca dati pubblica su base nazionale.
Il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli ha dichiarato: “La volontà è quella di mettere a sistema due figure professionali e due ruoli impegnati nel territorio, con l'obiettivo di raggiungere i migliori risultati in termini di sicurezza e di contenimento energetico. Una attività sinergica da svolgere congiuntamente, al fine di una migliore informazione e di una maggiore consapevolezza dei cittadini ”.
Il presidente nazionale di ANACI Francesco Burrelli ha dichiarato: “In questo periodo storico, la condivisione con la rete delle professioni tecniche è di fondamentale importanza per garantire innovazione nelle gestioni immobiliari, tramite le manutenzioni programmate, il miglioramento del Rating sostenibile per le unità immobiliari. Sono convinto che il rapporto di collabazione, stipulato con professionalità, porterà vantaggi, non solo alle singole organizzazioni firmatari dell'accordo ma sopratutto al cittadino. Le istituzioni devono dialogare con NOI per consentire un migliore rapporto nel tempo con i cittadini”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA